Migliori siti di incontri

Come capire se piaci ad una ragazza

Quante volte ti sei trovato davanti alla ragazza dei tuoi sogni e ti sei chiesto se le piacevi? Sappi che questa domanda, apparentemente semplice, è il fulcro attorno al quale ruota la maggior parte delle relazioni con l’altro sesso.

Come capire se piaci ad una ragazzaIn molti, infatti, cercano senza successo di darsi una risposta: decifrare i segnali di interesse non è semplice e si corre il rischio di corteggiare una donna non disponibile, solo per non essere riusciti a interpretare correttamente i suoi comportamenti.

Come fare, allora, a capire se le piaci? Psicologi ed esperti di prossemica – la specifica disciplina che studia la gestualità e l’utilizzo dello spazio durante la comunicazione – sono stati in grado di isolare una serie di indizi che potrebbero aiutarti.

Grazie a qualche trucco e a un po’ di intuito, potrai così comprendere meglio il linguaggio femminile e le regole di attrazione, migliorando le tue capacità di seduttore.

Come capire se piaci ad una ragazza: i primi segnali

Le piaci davvero o è semplice gentilezza? Ama conversare con te o è estroversa con tutti? Gran parte della difficoltà nell’interpretare i segnali provenienti da una donna dipende dalla necessità di contestualizzare i suoi comportamenti. La cornice del vostro incontro, l’occasione della vostra conoscenza ed eventuali episodi pregressi rappresentano dei fattori indispensabili per poter dare alla lettura dei suoi segnali una corretta interpretazione.

Una delle prime regole che devi tenere a mente, per esempio, è che ogni indizio di interesse dovrà essere letto in maniera attenuata quando le presentazioni sono avvenute in un contesto sociale che le rendeva necessarie. È normale, insomma, che una ragazza che ti è stata presentata da un amico della compagnia possa mostrarsi espansiva e interessata a intavolare con te una conversazione. Se ti rivolge delle domande personali, in questo caso, potrebbe essere per semplice educazione.

Viceversa, puoi interpretare come un chiaro segnale di interesse nei tuoi confronti il suo essere bendisposta alla conversazione quando la presentazione è stata spontanea. Se ti avvicini a lei mentre vi trovate in un locale, ti presenti e riesci a instaurare il dialogo – insomma – potresti essere riuscito a catturare la sua attenzione. Ricordati sempre, quindi, di contestualizzare la lettura dei segnali prima di lanciarti in qualsiasi tipo di corteggiamento: una mossa troppo avventata, fatta in circostanze non adeguate, potrebbe rovinare l’esito del tuo tentativo di conquista.

Questione di sguardi

A volte si crede che il terreno fertile per una conquista si trovi nella propria cerchia di amicizie, rendendo più semplice l’approccio con una ragazza che già conosci, ma non sempre è così. Guardati attorno e impara a capire i comportamenti delle donne: potresti scoprire che il tuo modo di relazionarti al gentil sesso non è stato, fino ad oggi, tra i più efficaci e che approcciarti ad un’estranea ti lascia ampi margini per migliorare le tue tecniche.

Hai mai pensato, per esempio, di volgere a tuo favore il fatto di corteggiare una sconosciuta giocando sulla tua aura di mistero? In questo caso la seduzione può avere inizio già attraverso gli occhi, grazie a un delicato e sapiente gioco di sguardi. Per capire se le piaci dovrai fare attenzione al cosiddetto ”eye contact”, cioè la sua propensione a mantenere il contatto visivo con te.

Sia prima che dopo le presentazioni, infatti, la sua predisposizione a ricambiare sguardi prolungati è un ottimo indizio di interesse sessuale. Prova quindi ad avvicinarti a lei con un pretesto e a guardarla negli occhi: se non li distoglie immediatamente ma indugia sul tuo volto per qualche secondo, ci sono buone probabilità che il tuo approccio sia ricambiato. Attenzione però: anche in questo caso, nessun segnale è univoco.

Timidezza, un carattere forte o i più comuni disturbi visivi potrebbero alterare il significato di uno sguardo protratto nel tempo e farti giungere a conclusioni sbagliate. Procedi con cautela e continua a ricercare altri segnali di attrazione verso di te.

Il linguaggio del corpo

Ebbene, sì: non solo la bocca, ma tutto il corpo di una persona può trasmettere messaggi più o meno involontari. Se vuoi capire se piaci o no ad una ragazza – prima o dopo le presentazioni – sappi che conoscere qualche rudimentale nozione di prossemica e linguaggio del corpo femminile potrebbe aiutarti molto nella conquista.

Per prima cosa, osserva in che modo il suo corpo occupa lo spazio: tende a rivolgersi verso di te, cercando di stare all’interno del tuo campo visivo? Si tocca i capelli? Espone le zone vulnerabili, come i polsi o i gomiti? Se hai riscontrato uno o più di questi segnali, ci sono buone probabilità che il tuo corteggiamento sia gradito. Sarà ancora più facile interpretare questi gesti dopo le presentazioni, perché chi prova attrazione tende a cercare di ridurre in ogni occasione gli spazi interpersonali.

Se si siede accanto a te quando potrebbe trovare posto altrove, se ti tocca scherzosamente o se si accosta più vicino del normale quando state conversando, forse sta cercando di incoraggiare un tuo approccio. Se poi è proprio lei, quella che cerca sempre l’occasione per trovarsi sola con te, il suo comportamento rivela un’inequivocabile intenzione di approfondire la vostra conoscenza.

La conversazione e i suoi segreti

Quella del flirt è una tecnica complessa che i seduttori naturali padroneggiano senza grande difficoltà, ma con un po’ di attenzione potrai anche tu imparare a recepire i segnali di interesse e capire quando puoi tentare di approcciarti alla ragazza che ti piace. La conversazione verbale, proprio come fa il linguaggio del corpo, può nascondere interessanti messaggi involontari di predisposizione al corteggiamento.

Uno dei segnali più promettenti è sicuramente la propensione allo scherzo: se ride di gusto alle tue battute ed è pronta a non lasciar cadere la conversazione, ma al contrario rilancia con entusiasmo, significa che tra voi esiste un certo feeling. Ridere in modo spontaneo, infatti, è uno dei principali allarmi di predisposizione sessuale verso una persona. A seconda del carattere, però, potresti interpretare allo stesso modo un atteggiamento diametralmente opposto, di aperta ostilità. Se questa tensione è ingiustificata da cause esterne, come un litigio o un torto pregresso, potrebbe nascondere una certa attrazione.

Hai mai sentito il detto ”chi disprezza compra”? Puoi inserire nella categoria dei segnali verbali di predisposizione al corteggiamento anche i complimenti e le domande personali, che sottintendono sempre una predisposizione a una conversazione più intima, volta a escludere gli altri e a rafforzare un’intesa a due.

Il fulcro dell’attenzione

L’attrazione tra due persone è qualcosa di inspiegabile, ma un occhio allenato potrà riconoscerla facilmente. Se stai cercando di capire se piaci a una ragazza, prova a osservare a lungo i suoi comportamenti senza esporti troppo: qual è il fulcro della sua attenzione? Ci sono dei comportamenti specifici che indicano la sua volontà di spiccare ai tuoi occhi? Quantità e qualità delle vostre conversazioni, unite agli altri segnali, potranno darti delle risposte.

Quando una donna è attratta da te, infatti, cerca di instaurare un legame e moltiplicare le occasioni per rivolgerti la parola e stare sola con te. Se ti chiede di frequente compagnia, se cerca di escludere altre persone dalle vostre conversazioni, se ti provoca con richieste e proposte, forse è arrivato il momento di sfoderare le tue migliori arti seduttive e cercare di conquistarla.

Come capire se piaci a una ragazza fidanzata

Quando la ragazza dei tuoi sogni è già impegnata con un altro, occorre agire con la massima prudenza e interpretare i suoi segnali dimezzandone il normale valore indicativo. Il rischio, infatti, è quello di fraintendere comportamenti amichevoli e creare situazioni di imbarazzo per entrambi.

In questo caso, in particolare, assumerà un valore ancora più importante la contestualizzazione di tutti i segnali. Se avete conoscenze in comune o avete già un buon livello di confidenza reciproca, potresti provare a informarti con discrezione sulla qualità del suo rapporto con il partner, cercando ci capire se ci sono problemi all’orizzonte e di che natura siano. Il modo in cui parla del suo ragazzo, anche involontariamente o in presenza di altre persone, potrebbe essere la chiave giusta per capire se la sua relazione è compromessa in modo irreparabile e si sta già guardando intorno alla ricerca di un nuovo flirt.

Tra gli altri indici che puoi prendere in considerazione, fai attenzione anche ad eventuali cambiamenti di comportamento nei tuoi confronti a seconda che vi troviate da soli o in gruppo. Ti manda messaggi frequenti su whatsapp o in chat, ma cerca di evitarti i sminuisce il vostro rapporto in presenza del suo lui? Forse le sue intenzioni non sono del tutto limpide e potrebbe aver maturato un interesse nei tuoi confronti.

Come capire se piaci a una ragazza timida

Ogni donna è un mondo a sé e non tutti i segnali hanno un significato universale. Per interpretare in modo corretto il comportamento femminile occorre sensibilità e un lungo allenamento. Una delle variabili da prendere in considerazione, per esempio, è il carattere della ragazza e la sua naturale tendenza alla timidezza o all’estroversione.

Come capire se piaci a una ragazza molto timida? Gli atteggiamenti di chiusura nei tuoi confronti potrebbero non essere dettati da disinteresse, ma da una naturale forma di autodifesa verso il mondo o verso gli uomini. Il modo giusto per corteggiare una donna di questo tipo è quella di agire con delicatezza, rendendo più soft le occasioni di approccio e procedendo con gradualità. In questo caso potresti aiutarti con la tecnologia, utilizzando i social network, le chat e la virtualità per avvicinarti gradualmente a lei e instaurare un rapporto di fiducia.

Un messaggio cortese e ben congegnato, al quale segua una sua risposta partecipe, potrebbe essere un segno di interesse ad aprire uno spiraglio nei tuoi confronti. Rispetta i suoi tempi, non mancarle mai di rispetto e proponile di rafforzare la vostra intesa di persona solo quando sarà lei a darti il suo consenso: solo così eviterai di farla scappare.